Mutismo Selettivo
Un servizio psicologico ed educativo di riferimento altamente specializzato sul Mutismo Selettivo
2016

Mutismo Selettivo

Milano
Progetto aperto
Download PDF

Ente Beneficiario

Medici in Famiglia

Altri partner del progetto

Associazione Italiana Mutismo Selettivo

Finalità

Costituire sul territorio milanese un servizio psicologico ed educativo di riferimento altamente specializzato sul Mutismo Selettivo

Contesto

Il Mutismo Selettivo (MS) è un disturbo caratterizzato da un’evidente difficoltà nel parlare in alcune situazioni sociali a fronte di un utilizzo normale del linguaggio in altre situazioni.

Intervento

Avviata nel 2010 a Milano dall’associazione Panda Onlus, Medici in Famiglia (MiF) è una start-up innovativa, un poliambulatorio con l’obiettivo ambizioso di creare una rete solidale di medici, psicologi, educatori, tecnici sanitari a altri professionisti della salute, per offrire servizi sanitari, educativi, socio-assistenziali di qualità a prezzi accessibili – nella convinzione che la salute non sia un lusso ma un diritto – e re-investire gli utili generati in assistenza gratuita. Oggi copre più di 20 diverse specialità per rispondere alle necessità di tutti i pazienti.

L’Associazione Italiana Mutismo Selettivo (A.I.Mu.Se) nasce a Torino nel 2009 per diffondere la conoscenza del Mutismo Selettivo e sostenere le famiglie che vivono questo disagio. Organizza iniziative divulgative e formative, promuove scambi di conoscenze, analisi di pratiche e terapie sul MS; stimola e supporta la ricerca scientifica. È presente su tutto il territorio nazionale.

Il Mutismo Selettivo (MS), attualmente considerato un disturbo d’ansia, è caratterizzato da un’evidente difficoltà nel parlare in alcune situazioni sociali (es. a scuola) a fronte di un utilizzo normale del linguaggio in altre situazioni (es. in famiglia); nasconde paura, insicurezza, bassa autostima, tristezza, memoria selettiva per errori.

Tipicamente insorge tra i 3 e i 5 anni ma viene riconosciuto generalmente in età scolare tra i 6 e gli 8 anni; è un disturbo relativamente raro: meno dell’1%, e interessa maggiormente le bambine con rapporto 2:1. Nel 39% dei casi si ha una graduale remissione; perlopiù cronicizza ed evolve in disturbi d’ansia sino alla fobia sociale.

Per il trattamento del MS risultano fondamentali un intervento precoce e mirato e una forte sinergia tra specialisti, famiglie, insegnanti

Gli studi svolti hanno messo in evidenza l’importanza di un approccio multimodale che accosti più interventi e interessi i differenti contesti di vita del bambino (area psicodinamica: art/play therapy; terapia cognitivo comportamentale; trattamento integrato di gruppo con bambini e con genitori).

Non esiste una cura miracolosa, tuttavia un lavoro cooperativo tra famiglia, scuola e terapeuta permette al bambino di emergere gradualmente dal suo stato d’ansia e di trovarsi a suo agio nei diversi contesti sociali della sua crescita.

Il lavoro dello psicologo svolto all’interno del suo studio è necessario ma non sufficiente; la principale difficoltà sta nell’«esportare» il linguaggio verbale del bambino al di fuori dello spazio neutro che è lo studio dello specialista.

L’idea di sviluppare una proposta residenziale, in un contesto di vacanza, coi bambini e con le loro famiglie, nasce per favorire e stimolare l’apertura al linguaggio verbale e accelerare questa apertura anche in altri contesti.

Nell’agosto 2015 MiF e A.I.Mu.Se. hanno organizzato nella CasaVacanze Anna e Giuliana Boroli Drago di Armeno – ospiti della Fondazione De Agostini – un’esperienza residenziale per bambini affetti da MS che, così strutturata, non risulta abbia precedenti a livello nazionale e internazionale.

Vi hanno partecipato 8 bambini con MS (fra cui due sorelle), 12 genitori e una sorella senza MS. L’equipe professionale era composta da psicologi, psicoterapeuti educatori sia di MiF sia di A.I.Mu.Se.

I risultati, molto positivi e in alcuni casi sorprendenti, hanno portato le due Associazioni a studiare un progetto, che si svilupperà lungo i prossimi tre anni, attraverso il quale approfondire la ricerca scientifica sul Mutismo Selettivo, formare specialisti, replicare l’esperienza della vacanza come terapia sperimentale, auspicando di poter giungere alla definizione di un protocollo di cura.

Tra i primi obiettivi c’è la realizzazione, sul territorio milanese, di un servizio psicologico ed educativo di riferimento, altamente specializzato sul MS, che punti al rafforzamento della capacità clinica in termini di formazione con il coordinamento e la supervisione di clinici specialistici.

Le attività sono rivolte anche al sostegno ai genitori e agli operatori scolastici attraverso percorsi informativi e formativi.

La Fondazione De Agostini sostiene il progetto per ciò che riguarda la formazione e la supervisione dell’attività clinica, oltre ai soggiorni presso la CasaVacanze di Armeno.

Link:

www.medicinfamiglia.it

www.aimuse.it

Aggiornamenti »

30/03/2017
Sabato 8 aprile a Milano, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Morosini Manara (via Bezzecca 18), dalle ore 9.30 alle ore 12.30, si terrà l’incontro “Quando il silenzio diventa dialogo. Fare rete per la diagnosi e il trattamento del mutismo selettivo”, organizzato da Medici in Famiglia con la collaborazione di A.I.Mu.Se (Associazione Italiana Mutismo Selettivo), il sostegno della Fondazione De Agostini e il patrocinio del Municipio 4 di Milano. All’incontro sarà presente Chiara Boroli, Segretario Generale della Fondazione De… Leggi tutto »