Inclusione Sociale
Progetto aperto

Buoni come il pane

Un nuovo panificio per l’inserimento lavorativo e la formazione di persone con disabilità, migranti rifugiati e giovani fragili

Via Libera Cooperativa Sociale Onlus, parte del Gruppo L’Impronta, si occupa di inserimento al lavoro di persone con disabilità. Dal 2012 ha avviato attività produttive e di servizi che oggi garantiscono occupazione lavorativa a ventinove persone con disabilità prevalentemente psichico-cognitiva, più una in condizioni di fragilità.

Nel 2014 inaugura a Milano, in zona Chiesa Rossa e grazie anche al sostegno della Fondazione De Agostini, il panificio Gustolab – Buoni come il pane, che realizza prodotti di alta qualità garantendo l’assunzione stabile di sette persone con disabilità oltre a due tirocini lavorativi e quattro persone in formazione ogni anno. Gustolab diventa una realtà ben consolidata, centrale e di raccordo tra le attività produttive e alimentari della cooperativa, ma con gli anni evidenzia limiti strutturali e di metratura (65 metri quadri) che ne impediscono sia lo sviluppo e la risposta alle richieste di fornitura, sia la diversificazione e l’ampliamento della gamma dei prodotti.

Sempre a Milano, in via Antegnati 11, Via Libera individua una location di 550 metri quadri

all’interno del complesso 5Square, interessato da un grande intervento di riqualificazione edilizia con la conversione a uso residenziale dei cinque edifici presenti: 470 appartamenti, già assegnati, dove alloggeranno circa 1.500 persone.

È in questo nuovo spazio che Via Libera vuole ampliare Gustolab dedicando 250 metri quadri all’area produttiva, 120 alla vendita e alla somministrazione e 180 alla formazione. L’area si affaccia su una corte pedonale con pertinenza esterna coperta e possibilità di dehor. Il contratto di locazione prevede un canone calmierato per dodici anni, con rinnovo automatico per periodi di sei anni alle medesime condizioni.

La nuova sede permetterà di potenziare la produzione attuale del pane e dei prodotti da forno, implementare quella della pasticceria fresca e avviare ex novo la produzione di pasta fresca artigianale. La vendita al dettaglio, il bar e la ristorazione amplieranno la clientela, come pure il “delivery sociale”: consegne a domicilio effettuate da persone con disabilità tramite utilizzo dei mezzi pubblici. Nel complesso 5Square, inoltre, Via Libera avrà l’esclusiva dei servizi di ristorazione e di vendita di prodotti alimentari.

Oltre all’incremento del fatturato, il nuovo spazio consentirà otto inserimenti lavorativi di persone con fragilità, quindici tirocini e altrettanti soggetti coinvolti in percorsi formativi, duecentocinquanta esperienze educativo-formative per scuole, famiglie e aziende. La Fondazione De Agostini sostiene economicamente il progetto per quanto riguarda le attrezzature, gli arredi e i costi d’avvio.

Iscriviti alla nostra newsletter

Utilizzando il sito, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra.

Maggiori informazioni.