“Autoritratto di Kalongo. L’Africa raccontata da giovani apprendisti fotografi”. Una mostra fotografica per raccontare il rientro degli sfollati in Uganda nell’ambito del progetto Fondazioni4Africa

Download PDF

Dopo il grande successo delle esposizioni al Castello Sforzesco di Milano, al Palazzo Comunale di Siena, presso i Portici del Grano di Parma e la piazza del Municipio di Torino ora, grazie al sostegno della Fondazione De Agostini e la collaborazione con il Comune di Novara, la mostra fotografica itinerante “AUTORITRATTO DI KALONGO. L’Africa raccontata da giovani apprendisti fotografi” approda nel centro di Novara dove sarà ospitata dal 10 al 29 novembre nella suggestiva cornice di Piazza del Duomo e del Cortile del Broletto.

La mostra è nata nell’ambito del progetto Fondazioni4Africa che dal 2009 ad oggi ha coinvolto le Fondazioni bancarie Cariplo, Monte dei Paschi di Siena, Cariparma e Compagnia di San Paolo, la Fondazione De Agostini e quattordici tra le principali ong italiane e associazioni della diaspora senegalese, in due importanti progetti a favore degli sfollati del Nord Uganda e a sostegno delle popolazioni rurali in Senegal.

La Fondazione De Agostini, alla luce della difficile situazione in cui versano le scuole ugandesi, soprattutto quelle delle aree rurali, ha scelto di sostenere obiettivi di ambito educativo – particolarmente in linea con la propria missione – e, pur mantenendo un approccio globale al progetto, ha focalizzato la sua attenzione principalmente sul risanamento delle strutture scolastiche e il potenziamento dei servizi educativi.

Oltre all’intervento in loco a favore delle popolazioni, il progetto Fondazioni4Africa prevede anche un’attività in Italia di restituzione all’opinione pubblica in termini di sensibilizzazione e di educazione rivolta alle scuole.

Rientra tra questi “Autoritratto di Kalongo”, la mostra curata da Paola Riccardi che raccoglie 44 scatti sui conflitti dimenticati e il ritorno a casa, realizzati da 20 giovani studenti ugandesi nell’ambito di un laboratorio tenuto da Fotografi Senza Frontiere, onlus che si occupa di allestire laboratori permanenti di fotografia in aree critiche del mondo come strumento di educazione e di auto-rappresentazione.

I ragazzi ugandesi hanno ripercorso e rappresentato la loro esperienza di sfollati fino a raccontare se stessi, i propri sogni e speranze per il futuro. Per un mese i ragazzi si sono trasformati in fotoreporter con macchina fotografica e registratore per raccogliere esperienze di vita nel campo sfollati di Kalongo, raccontando così la realtà dei campi sfollati in Nord Uganda, paese colpito da 25 anni di guerra civile.

La mostra è parte integrante del percorso educativo “Nuovi Sviluppi”, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Novara, che offrirà alle scuole dell’obbligo del territorio l’opportunità di approfondire le tematiche oggetto della mostra partecipando, dopo la visita a questa, a laboratori didattici gratuiti condotti da operatori della cooperativa Cisv Solidarietà.

Per informazioni e adesioni alle visite-laboratorio nell’ambito della mostra:

Tel./Fax  011 2243813; e-mail: educazione@cesvi.org

Per ulteriori informazioni: www.fondazioni4africa.org

La mostra rimane allestita

dal 10 al 29 novembre 2011

c/o Piazza del Duomo e il Cortile del Broletto

AMREF, Cesvi, COOPI, AVSI, Fondazione Corti, Good Samaritan operano in Nord Uganda con interventi a favore degli sfollati costretti all’interno dei campi profughi da una guerra civile durata vent’anni. A partire dal 2008, con l’inizio della difficile fase del ritorno a casa, hanno avviato il progetto Fondazioni 4 Africa per accompagnare la popolazione locale nel rilancio delle attività produttive, nella ricostruzione dei servizi di base (acqua, educazione, sanità) e nella delicata opera di pacificazione.
L’intervento in Senegal, realizzato da ACRA, AST, CESPI, CISV, COOPI, COSPE, Stretta di mano, “AST Associazione Senegalesi Torino in collaborazione con l’Associazione Trade d’Union” prevede interventi integrati per il miglioramento delle condizioni economiche e sociali delle popolazioni rurali (filiera di produzione, turismo responsabile, micro-finanza, ricerca, sensibilizzazione) con il coinvolgimento di associazioni italiane di migranti senegalesi che attraverso attività di formazione potranno contribuire, in Italia ed in Senegal, allo sviluppo del loro Paese d’origine.

Insieme per l’Africa: quattro fondazioni, due importanti progetti di cooperazione internazionale.
Per la prima volta quattro fondazioni – Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariparma, Cariplo e Monte dei Paschi di Siena – insieme per due rilevanti  iniziative all’estero, a favore degli sfollati del Nord Uganda e a sostegno delle popolazioni rurali in Senegal. Il fattore più importante? La comunanza degli obiettivi. Con il coinvolgimento di alcune tra le maggiori organizzazioni non governative italiane e delle comunità straniere in Italia.

INFORMAZIONI PER LA STAMPA:

Ufficio stampa Cesvi
Sara Maresca
tel. 035-2058021, cell. 331 17.72.001
saramaresca@cesvi.org
Stefania Bettoni
tel. 035-2058047,
stefaniabettoni@cesvi.org

Ufficio stampa Fondazione De Agostini
Elena Dalle Rive
tel. 02 62499592, cell. 335 7835912
elena.dallerive@deagostini.it

Ufficio stampa Comune di Novara
Ettore Colli Vignarelli
tel. 0321 3702270
collivignarelli.ettore@comune.novara.it

Ufficio stampa AMREF
Simone Ramella
tel. 06-99704664
cell. 347-9416538
simone.ramella@amref.it

Ufficio stampa COOPI – Cooperazione Internazionale
Isabella Samà
tel 02-3085057 int 226
ufficiostampa@coopi.org

Ufficio Stampa Cisv
Marta Buzzatti
Tel. 011 8993823
m.buzzatti@cisvto.org

www.fondazioni4africa.org

Scarica il file (PDF)