Associazione “Il Timone”: “Programma Nemo”, per aiutare i bambini con disabilità e i loro genitori

Download PDF

Aiutare i bambini con disabilità attraverso il gioco e sostenere le loro famiglie. È questo l’obiettivo di “Programma Nemo”, proposto dall’Associazione “Il Timone” e presentato a Novara il 28 gennaio presso la sede di via Giovanni da Verrazano 13.
All’evento hanno partecipato Giuliano Koten, Presidente dell’Associazione “Il Timone”, Roberto Drago, Presidente della Fondazione De Agostini e Elia Impaloni, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Novara.
“Programma Nemo” si rivolge alle famiglie con figli disabili in età evolutiva, fra i 3 e i 9 anni, e si articola attraverso incontri mensili e settimanali, durante i quali particolare importanza è data al gioco, non solo per garantire al bambino con disabilità il diritto a crescere divertendosi, ma anche per stimolare le sue capacità, favorire i processi di socializzazione in gruppo e consentire ai genitori di giocare assieme ai figli.
Lo staff di “Programma Nemo” è composto da una psicomotricista, una psicologa e 15 volontari, mentre a breve entrerà a far parte dell’équipe anche una logopedista.
I bambini con disabilità iscritti al progetto sono attualmente 13: 9 compresi fra i 3 e i 4 anni, 4 fra i 5 e i 9 anni.

Un momento della presentazione del progetto. Al centro, Roberto Drago, Giuliano Koten e Elia Impaloni

Un momento della presentazione del progetto. Al centro, Roberto Drago, Giuliano Koten e Elia Impaloni