Fondazione De Agostini: al via il progetto “Easy Room” con la Fondazione Umberto Veronesi

Download PDF

Milano, 1° marzo 2017 – Aree ricreative dedicate ai ragazzi in cura per un tumore, allestite nei reparti di oncologia pediatrica dei principali ospedali italiani. È il progetto “Easy Room”, ideato dalla Fondazione Umberto Veronesi con il supporto di Fondazione De Agostini, affinché i pazienti adolescenti possano disporre anche in ospedale di spazi tutti per loro, con strumenti musicali, giochi da tavolo e videogames, attrezzi ginnici, librerie, televisori e computer. L’iniziativa che vede appena ultimati i lavori nelle prime due strutture: l’Ospedale Regina Margherita di Torino e l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

“Easy Room” si inscrive nell’ambito di Gold for Kids, il progetto con cui la Fondazione Umberto Veronesi, a fianco di AIEOP (Associazione italiana ematologia e oncologia pediatrica), si è impegnata nel campo dell’oncologia pediatrica, per dare impulso alle cure mediche più avanzate, garantire a tutti i giovanissimi pazienti l’accesso ai più efficaci protocolli di cura riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale, promuovere campagne di informazione e sensibilizzazione rivolte ai ragazzi.

OGNI ANNO S’AMMALANO OLTRE DUEMILA BAMBINI E RAGAZZI – «Siamo particolarmente orgogliosi di sostenere questa iniziativa – dichiara Roberto Drago, Presidente della Fondazione De Agostini – perché si rivolge ai giovani in un particolare momento della loro vita segnato dalla sofferenza. Abbiamo accettato ben volentieri di collaborare con la Fondazione Umberto Veronesi a questo progetto che rafforza la fiducia di guarigione nei giovani pazienti. La nostra Fondazione, infatti, per vocazione aiuta le persone più deboli e sofferenti restituendo speranze e sostegno per affrontare con coraggio e tenacia le sfide più difficili della loro vita». Il progetto “Easy Room” è partito nel 2016 da Torino e Milano, ma nel 2017 l’impegno prosegue con l’avvio di operazioni analoghe nei reparti di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale di Padova e dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. «Il nostro obiettivo è aprire spazi dedicati ai pazienti adolescenti – afferma Paolo Veronesi, Presidente della Fondazione Umberto Veronesi e Direttore della Divisione di Senologia Chirurgica dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano -. In queste aree i ragazzi, nonostante la malattia, potranno avere un posto tutto per loro, dove poter svolgere le stesse attività dei loro coetanei sani, conoscersi, stringere amicizie e fare, quando possibile, attività fisica. Tutti questi elementi concorrono a migliorare la qualità delle giornate trascorse in ospedale e possono incoraggiare un approccio più positivo verso le cure». Sono poco più di duemila le nuove diagnosi di tumore che vengono effettuate ogni anno in Italia fra bambini e adolescenti. Di queste, 800-1.000 interessano la popolazione degli adolescenti (15- 19 anni). I tumori pediatrici rappresentano ancora la prima causa di morte per malattia nei bambini e hanno un impatto drammatico sulle famiglie. Ma i progressi registrati sono sotto gli occhi di tutti. Gli ultimi dati dicono che, dopo il percorso terapeutico, tre bambini su quattro guariscono completamente.

PROSSIME TAPPE: ROMA, BARI E PADOVA– Divani, poltrone, librerie, tv, strumenti musicali, videogiochi, giochi da tavolo e attrezzi da palestra sono stati messi a disposizione dei due reparti di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Regina Margherita di Torino e dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano, integrando l’attrezzatura che in parte risultava già presente. Con questo progetto la Fondazione Umberto Veronesi affianca al supporto alla ricerca – nel 2017 è previsto il sostegno alle cure per i sarcomi e i tumori delle parti molli – un impegno concreto per migliorare la qualità della vita dei giovani pazienti oncologici, grazie al contributo della Fondazione De Agostini che ha subito raccolto la sfida. Le due aree sono già a disposizione dei giovani ricoverati nelle strutture di Torino e Milano. Nelle prossime settimane si inizieranno a gettare le basi per dare il via ai lavori nelle altre strutture individuate.

Ufficio Stampa Fondazione Umberto Veronesi
Elisa Invernizzi
elisa.invernizzi@fondazioneveronesi.it
Tel. 02 76018187

Ufficio Stampa Fondazione De Agostini
Elena Dalle Rive
elena.dallerive@deagostini.it
Pasquale Martinelli
pasquale.martinelli@deagostini.it
Tel. 02 62499587

Scarica il file (PDF)