Disabilità
Inclusione Sociale
Progetto aperto

Museo per tutti

Rendere il patrimonio culturale fruibile anche alle persone con disabilità intellettiva

L’accessibilità di un qualsiasi luogo di cultura non si misura solo dall’assenza di barriere architettoniche o sensoriali: poco esplorate spesso risultano le necessità della persona con disabilità intellettiva.

“Museo per tutti – Accessibilità museale per persone con disabilità intellettiva” è un progetto di inclusione sociale che rispetta il principio della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità secondo cui è riconosciuto a queste ultime il diritto a prendere parte con gli altri alla vita culturale. Attraverso la realizzazione di percorsi e materiali accessibili, promuove il diritto alla cultura delle persone con disabilità intellettiva e dei loro caregiver all’interno di musei, beni storici, aree archeologiche.

Partendo dall’esperienza del progetto Scienzabile, che al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano consente la visita museale a bambini con disabilità intellettiva, l’Associazione L’abilità Onlus ha ideato un nuovo modello di accessibilità che sviluppa linee guida e moduli operativi integrabili all’interno della proposta educativa di altri musei.

Museo per tutti si sviluppa in diverse azioni condotte da un gruppo di lavoro composto da esperti in beni culturali e accessibilità, e operatori nell’ambito psicopedagogico: a partire dalle peculiarità di ciascuno dei musei aderenti, viene creato un percorso innovativo di formazione e progettazione partecipata del personale dei musei per costruire una guida fruibile dalle persone con disabilità intellettiva.

A oggi il progetto ha consentito di costruire strumenti e percorsi specifici per persone con disabilità intellettiva presso il Museo Archeologico San Lorenzo di Cremona, Castello De Albertis a Genova, Reggia di Venaria (Torino), La Galleria Nazionale di Roma e il Museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino (Firenze); e ancora al Museo degli Innocenti di Firenze e a Palazzo Altemps-Museo Nazionale Romano a Roma.

Nel 2017 è stato realizzato inoltre – in lingua italiana, catalana e inglese – un percorso di visita accessibile alle persone con disabilità intellettiva all’installazione dell’artista catalano Antoni Abad “Catalonia in Venice – La Venezia che non si vede”, presente alla 57esima Biennale di Venezia.

Dall’esperienza maturata con il progetto Museo per tutti e grazie al FAI – Fondo Ambiente Italiano, nel 2016 ha preso avvio Bene FAI per tutti. Ideato e realizzato da L’abilità con Fondazione De Agostini e grazie al sostegno di JTI, il progetto è finalizzato alla creazione di percorsi e materiali accessibili per la fruizione di beni del Fondo Ambiente Italiano per persone con disabilità intellettiva.

Contenuti Correlati

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.