Inclusione Sociale
Progetto concluso

Nuova sede per Prisma

Attraverso il lavoro artigianale favorire la riabilitazione e il reinserimento sociale delle persone colpite da sofferenza psichica.

La Cooperativa Sociale Prisma è stata costituita nel 1990 a Novara su iniziativa dell’Associazione per la Lotta contro la Sofferenza Psichica (ALSP) per il sostegno delle persone affette da malattia psichica.

Un primo laboratorio artigianale è stato allestito in un fabbricato dell’ex ospedale psichiatrico, che tramite l’ASL ne ha concesso a Prisma l’uso in comodato gratuito; le attrezzature e macchinari sono stati acquistati grazie a un contributo della Provincia di Novara.

Il nucleo operativo originario era composto da un socio lavoratore assunto e da quattro soci lavoratori svantaggiati, impegnati in attività di legatoria e realizzazione di articoli da regalo inerenti al mondo della carta: agende, rùbriche, diari, album, scatole; successivamente è stata introdotta la produzione di cornici. Nel corso dell’attività ventennale è stato fidelizzato un nucleo di clienti locali: la Provincia, il Comune, l’Est Sesia, l’Azienda Ospedaliera, il Seminario, il Tribunale e alcune scuole.

Nel 2008 la Cooperativa ha aperto in piazza Tornielli a Novara, in due locali concessi sempre in comodato dall’AOU Maggiore della Carità, ristrutturati e attrezzati grazie ai contributi della Fondazione della Comunità del Novarese e della Provincia di Novara, una spazio di vendita al pubblico.

Alla fine del 2009 l’ASL ha chiesto a Prisma la restituzione dell’immobile di viale Roma, essendo l’ex complesso psichiatrico destinato alla realizzazione del Centro Integrato dei Servizi Territoriali.  La necessità di reperire una nuova sede in cui trasferire il laboratorio e la stima delle maggiori spese da sostenere hanno indotto Prisma a un’attenta valutazione delle scelte da compiere e all’individuazione di possibili sostenitori. Le Istituzioni locali, oltre alla volontà di sostenere il progetto con contributi pubblici, hanno incoraggiato la Cooperativa ad acquisire i nuovi spazi in proprietà. In via San Francesco d’Assisi, a Novara, è stato individuato un immobile di 250 m², da ristrutturare, idoneo ad accogliere la nuova sede.

La Cooperativa Prisma ha ricevuto contributi dalle Fondazioni Cariplo, Banca di Intra e Banca popolare di Novara, mentre un prestito finalizzato è stato concesso da Banca Prossima. La Fondazione De Agostini è intervenuta per completare la copertura del budget.

Il piano economico per i prossimi sei anni prevede l’ampliamento dell’offerta, con nuovi prodotti regalo, e del servizio di legatoria e restauro ai privati. Verrà ampliata la rosa di  unità commerciali di Novara e hinterland per la cessione in conto-vendita dei manufatti della Cooperativa; inoltre la realizzazione di un sito web contribuirà ad accrescere la visibilità di Prisma e favorire la comunicazione. Il potenziamento dell’attività produttiva consentirà l’assunzione di un nuovo socio lavoratore a tempo parziale e di altri quattro soci lavoratori svantaggiati; l’incremento del numero dei soci volontari consentirà l’introduzione di nuove persone svantaggiate in borsa lavoro. Infine, il progetto prevede la realizzazione di percorsi di praticantato e di formazione continua dei soggetti svantaggiati.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.