Net For Neet – Accendi il tuo futuro
Potenziare il primo centro di aggregazione giovanile della città di Novara
2017

Net For Neet – Accendi il tuo futuro

Novara
Progetto aperto
Download PDF

Ente Beneficiario

Comune di Novara – Area Servizi Educativi

Finalità

Sostenere e consolidare lo sviluppo del primo centro di aggregazione giovanile di Novara

Contesto

Un’area pubblica in disuso riconvertita in Spazio di Welfare per i giovani

Intervento

Grazie al finanziamento acquisito nell’ambito del bando dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) “ComuneMenteGiovani”, nel biennio 2015-2016 il Comune di Novara ha promosso il progetto “Net For Neet – Accendi il tuo futuro”, a favore dei giovani della città nelle fasce di età comprese tra i 14 e i 21 anni e tra i 22 e 30 anni, finalizzato al coinvolgimento dei ragazzi e delle ragazze nella progettazione di spazi e servizi dedicati a loro.

L’iniziativa, finanziata dal Comune e da alcuni partner locali, nella fase di promozione ha intercettato più di tremila ragazzi e quattordici realtà tra istituti di istruzione superiore, agenzie formative, parrocchie e associazioni del privato sociale.

Il progetto è partito con il lancio di un video contest che ha permesso di raccogliere bisogni e interessi dei giovani novaresi, attraverso oltre cinquanta video prodotti da più di centocinquanta ragazze e ragazzi entusiasti. Nel contempo il Comune ha messo a disposizione un’area pubblica in disuso, l’ex caserma Passalacqua, come “casa” per lo sviluppo delle tante e diverse idee avanzate per far crescere “Net for Neet”.

Nella struttura dell’ex caserma sono stati organizzati diversi gruppi formati da 8/10 ragazzi ciascuno che, affiancati da educatori e animatori, hanno avviato un lavoro di co-progettazione e partecipazione attiva (che ha visto interventi di sistemazione dei locali, laboratori di restauro, manutenzione e altro), dando così vita al primo Centro di aggregazione giovanile della città.

Otto minori in carico ai Servizi Educativi Territoriali, di cui tre in messa alla prova decretata dall’autorità giudiziaria, sono stati coinvolti nelle attività. Il Centro viene infatti utilizzato anche per percorsi educativi e di inclusione di ragazzi in disagio, segnalati dai servizi sociali.

Concluso il biennio di attività legate al bando ANCI, i Servizi Educativi del Comune si sono impegnati per dare continuità al progetto, che necessita del completamento e adeguamento della struttura dell’ex Caserma Passalacqua, per l’agibilità dei locali messi a disposizione.

La Fondazione De Agostini sostiene i costi per l’insonorizzazione degli spazi dedicati a sala prove e sala di registrazione musicale – attività per le quali sono già state acquistate le strumentazioni necessarie con fondi del bando ANCI – oltre a quelli per l’impianto di raffrescamento degli ambienti.