Inclusione Sociale
Progetto concluso

Una famiglia per una famiglia

Una nuova forma di affido diurno: una famiglia solidale sostiene e aiuta una famiglia in situazione di temporanea difficoltà.

La Fondazione Paideia è una Onlus privata nata nel 1993 per volontà delle famiglie torinesi Giubergia e Argentero. Impegnata nel contrastare le situazioni di disagio infantile, promuove e sostiene progetti indirizzati ai minori in difficoltà e alle loro famiglie.

“Una famiglia per una famiglia” è un progetto nato da uno studio di ricerca sociale svolto da Paideia nel 2003 e pubblicato col titolo “La fatica di crescere”; l’anno successivo inizia la prima sperimentazione a Torino che è proseguita nel comune e nella provincia di Ferrara tra il 2008 e il 2010; da alcuni mesi sono state avviate le sperimentazioni in provincia di Como, nel comune di Verona, nel comune e nella provincia di Parma.

“Una famiglia per una famiglia” è la sperimentazione di una nuova forma di affido diurno: una famiglia solidale sostiene e aiuta una famiglia in situazione di temporanea difficoltà, coinvolgendo i soggetti di entrambi i nuclei. È un progetto di prevenzione per dare risposta a nuove problematiche familiari, rafforzare la fiducia delle famiglie nei servizi e promuovere maggiore integrazione delle realtà che lavorano a favore dell’infanzia.

La Fondazione Paideia affianca le associazioni offrendo un supporto professionale e strategico, partecipando alla progettazione e alla definizione delle linee operative. L’obiettivo è incrementare l’efficacia e l’efficienza dei modelli di intervento sociale sviluppando, dopo un’attenta valutazione dell’impatto sociale, progetti pilota riproponibili su scala più ampia.

Due gli obiettivi:

– intervenire il più precocemente possibile rispetto alle problematiche familiari per evitare l’allontanamento dei   minori dal loro nucleo di origine;

–  aumentare l’interazione tra servizi sociali e associazioni del territorio, nel’’ottica di consolidare una collaborazione sempre più efficace tra pubblico e privato sociale.

Ora, grazie al sostegno della Fondazione De Agostini e della Fondazione Comunità Novarese, e al coinvolgimento dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Novara che ha ritenuto l’iniziativa di rilevante importanza, la sperimentazione sarà avviata anche a Novara; l’auspicio è che, come già avvenuto a Torino, l’affido da famiglia a famiglia diventi una delle possibilità istituzionali di affido anche a Novara.

Gallery

Contenuti Correlati

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.