Associazione a.n.c.o.r.a. onlus, Fondazione De Agostini e Fondazione Adecco per le Pari Opportunità insieme per aiutare il reinserimento sociale e professionale dei pazienti con disabilità ospiti dell’Unità Spinale A.O.U. Maggiore della Carità di Novara, Ospedale San Giuliano

Novara, 14 gennaio 2010 – E’ stata inaugurata oggi, presso l’Unità Spinale dell’Ospedale San Giuliano di Novara, l’aula informatico-ludico-ricreativa GUGOL A.A.U.S. (Associazione a.n.c.o.r.a Unità Spinale), allestita all’interno della struttura riabilitativa dell’Ospedale che ospita pazienti con lesioni midollari, di origine traumatica e non. Grazie al contributo dell’Associazione a.n.c.o.r.a. Onlus (Associazione No Profit per la Costruzione Orientata a Reinserimento eAutonomia), fondata a gennaio 2009 e attiva nella cura, riabilitazione, reinserimento sociale, familiare, lavorativo e scolastico di persone miolese, al sostegno della Fondazione De Agostini, da sempre sensibile alle problematiche dei portatori di handicap, e all’intervento della Fondazione Adecco per le Pari Opportunità è stato possibile realizzare questo progetto. La finalità è quella di agevolare il reinserimento sociale e professionale dei pazienti con disabilità acquisita del reparto di Unità Spinale dell’Azienda Ospedaliera novarese, sfruttando il periodo di degenza per abbreviare i tempi di ripresa. Il progetto prevede una serie di interventi mirati alla formazione e all’inserimento nel mondo del lavoro, obiettivo in cui ricopre un ruolo attivo e qualitativamente rilevante la Fondazione Adecco.

All’incontro che si è tenuto presso l’Unità Spinale dell’Ospedale San Giuliano, in Viale Piazza d’Armi, 1 a Novara sono intervenuti Claudio Macchi, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara, Carlo Cisari, Direttore S.C. Medicina Fisica e Riabilitativa, Giovanni Sguazzini Viscontini, Responsabile Unità Spinale, Roberto Toso, Presidente Associazione a.n.c.o.r.a. onlus, Oliviero Giuseppe Colombo, Assessore Lavoro, politiche per lo sviluppo, politiche per le attività economiche, formazione professionale, mercato del lavoro e servizi per l’impiego della Provincia di Novara, Annamaria Mellone, Assessore Politiche sociali, sanitarie e dell’immigrazione, politiche abitative, cooperazione sociale, volontariato ed associazionismo, sussidiarietà orizzontale della Provincia di Novara, Felice Alessio Sarcinelli, Dirigente Settore Lavoro, Formazione Professionale e Politiche Sociali della Provincia di Novara, Roberto Drago, Presidente Fondazione De Agostini e Claudio Soldà, Segretario Generale Fondazione Adecco.

Il progetto comprende diverse aree di intervento relative al recupero delle autonomie, alla formazione, all’inserimento nel mondo del lavoro e alla vita sociale dei pazienti miolesi.
Per quanto attiene l’area della formazione, l’Azienda Ospedaliera novarese ha destinato, per un periodo di cinque anni, un locale interno all’Unità Spinale, idoneo ad ospitare un’aula informatico-ludico-ricreativa. L’aula è stata attrezzata di personal computer con connessione a Internet e uno spazio dedicato ad attività più specificatamente ludico-ricreative, con televisore e lettore DVD, playstation e angolo lettura.
Fondazione De Agostini si è fatta carico dell’allestimento della sala e dell’acquisto di una parte delle apparecchiature tecnologiche e sosterrà anche il costo per i corsi di informatica finalizzati al conseguimento del patentino europeo ECDL. Per l’attività di formazione sono previste collaborazioni con il dipartimento di Informatica della facoltà di Matematica dell’Università del Piemonte Orientale e con il CSV (Centro Servizi Volontariato) di Novara.
Sul fronte dell’autonomia delle persone ricoverate presso l’Unità Spinale, Fondazione De Agostini, inoltre, ha provveduto all’acquisto di un automezzo, un Transporter Kombi, che faciliterà le uscite e gli spostamenti dei degenti.
Su lpiano dell’educazione e dell’orientamento professionale nel caso in cui il paziente non possa più svolgere la sua attività professionale, Fondazione Adecco svolgerà un ruolo fondamentale nell’individuazione di nuovi percorsi professionali e supporterà l’Associazione a.n.c.o.r.a. nel tessere una rete di relazioni con gli interlocutori più adatti sul territorio per contribuire allo sviluppo della nuova realtà: contatti positivi sono già stati attivati con il CSV di Novara.

“È per noi motivo di grande orgoglio e profonda soddisfazione – ha dichiarato Roberto Drago, Presidente della Fondazione De Agostini – aver dato il nostro supporto per la realizzazione di quest’aula attrezzata, che consentirà ai pazienti dell’Unità Spinale un più rapido ed efficace reinserimento nel mondo del lavoro e nella vita sociale. Come Fondazione e come famiglia siamo da sempre vicini alle persone con disabilità ed alle loro famiglie nel nostro territorio; per questo abbiamo accolto subito e risposto con entusiasmo all’invito che ci ha rivolto Roberto Toso, Presidente dell’Associazione a.n.c.o.r.a., per contribuire alla realizzazione di questo importante progetto”.

“L’integrazione o la reintegrazione nel mondo del lavoro rappresenta, accanto all’attività sportiva ed alle relazioni sociali/affettive, un elemento fondamentale per la piena inclusione sociale di una persona, per la propria autorealizzazione” – ha sottolineato Claudio Soldà, Segretario Generale della Fondazione Adecco – “L’interesse della Fondazione Adecco per le Pari Opportunità nel progetto dell’Associazione a.n.c.o.r.a basato proprio su tale convinzione, vuole muoversi in una direzione precisa: mettere a disposizione strumenti e risorse per rispondere a importanti interrogativi delle persone con disabilità acquisita e creare le condizioni per permettergli di continuare la loro vita”.

“L’Ospedale Maggiore da sempre si prende cura, con la sua struttura ma soprattutto co nl’impegno e l’esperienza dei suoi operatori, di traumatizzati, molto spesso giovani, che hanno di fronte una vita intera. L’intento è proprio quello di permettere loro di migliorare la qualità della vita, aiutandoli ad acquisire nuove abilità, utili per costruire un buon rapporto con le persone care, con la scuola e con tutte le realtà quotidiane in cui vivono. Credo che il progetto e la struttura che oggi inauguriamo centri l’obiettivo, facendo convergere su un’iniziativa concreta le attenzioni dell’Associazione a.n.c.o.r.a. e delle fondazioni Adecco e De Agostini. A loro il nostro plauso e il nostro più cordiale ringraziamento”, ha dichiarato Claudio Macchi, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Maggiore della Carità di Novara.

Il sito dell’Associazione a.n.c.o.r.a. – www.ancoraonlus.org – è in fase di costruzione. Per informazioni sull’Associazione: tel. 0321 3734900.
Per per sostenerne le attività: conto corrente n° 20475
IBANIT69F0560810106000000020475, Banca Popolare di Novara.

Per informazioni

Elena Dalle Rive
Ufficio Stampa De Agostini
e-mail: elena.dallerive@deagostini.it
T. +39 0262499592
C. +39335 7835912

Monica Mansueto
Ufficio Stampa Adecco Italia S.p.A.
e-mail: monica.mansueto@adecco.it
T. +39 0288143016
C. +39348 9770044

Andrea Gilardoni
S.C. UFFICIO RELAZIONI ESTERNE
Ufficio Stampa dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità”
e-mail: stampa@maggioreosp.novara.it
T. + 390321 3733640
C. + 39348 9005839

Scarica il file (formato PDF)

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.