Fondazione De Agostini: sottoscritto il Patto di collaborazione tra il Comune di Novara, la Fondazione e le associazioni di quartiere novaresi per il progetto “Una piazza verde per Sant’Andrea”

Download PDF

Il 10 aprile, presso la Casa della Solidarietà, nel quartiere Sant’Andrea a Novara, è stato sottoscritto il “Patto di collaborazione” tra il Comune di Novara, rappresentato dal sindaco Alessandro Canelli, la Fondazione De Agostini, con il Presidente Roberto Drago e il Segretario Generale Chiara Boroli, e le associazioni novaresi che hanno dato la loro disponibilità a partecipare alla gestione condivisa dell’area verde di Sant’Andrea: Comunità di Sant’Egidio, Cooperativa sociale Aurive, Pro Natura Odv, Associazione di promozione sociale Sermais, Associazione culturale Creattivi, Territorio e cultura Onlus, Officina della Danza, ASSA S.p.A.
La firma del Patto tra i soggetti coinvolti nel progetto di rigenerazione urbana dell’area verde rappresenta una tappa importante del percorso partecipativo che è stato attivato nei mesi scorsi per approfondire le possibilità di utilizzo sociale dell’area riqualificata, e giungere a una gestione partecipata della piazza da parte della comunità, al fine di valorizzare luoghi di pubblico interesse e attivare forme di cittadinanza attiva.
Il progetto “Una piazza verde per Sant’Andrea” è stato scelto dalla Fondazione De Agostini, di concerto con il Comune di Novara, per celebrare i suoi primi dieci anni di attività, e restituire alla città un’area di grande potenziale – per tanti anni lasciata al degrado e all’abbandono – dopo un lavoro di riqualificazione paesaggistica e ambientale, affinché anche uno spazio di periferia possa creare polarità attrattiva e diventare luogo di incontro e di socializzazione, non solo per il quartiere di Sant’Andrea e i suoi abitanti, ma più in generale per tutta la città di Novara.