Sartoria È: quando profit e non profit danno vita a un progetto innovativo e inclusivo

Download PDF

Presentato a Novara il nuovo laboratorio della “Sartoria È” che coniuga imprenditorialità, eccellenza artigiana e ricollocamento di persone uscite dal mercato del lavoro

Novara, 16/03/2018 – È stata inaugurata oggi, a Novara, la nuova sede di “Sartoria È, laboratorio sartoriale artigianale nato con l’obiettivo di coniugare alta professionalità lavorativa e ricollocamento di persone uscite dal mercato del lavoro.
Si tratta di un progetto innovativo – promosso dalla Cooperativa Sociale Emmaus, con il sostegno della Fondazione De Agostini – che dimostra come la solidarietà non sia solo assistenzialismo, ma sappia anzi trasformarsi in impresa sociale di grande qualità ed eccellenza.
“Sartoria È”, che rientra anche nel protocollo di intesa di livello nazionale tra Fondazione Altagamma e Federsolidarietà Confcooperative, ha il suo nuovo laboratorio in via Giorgio Ansaldi 6 a Novara: una location bella, funzionale e di grande sostenibilità ambientale, un nuovo centro che mette a disposizione fino a 20 postazioni lavorative.

Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, don Dino Campiotti, Presidente della Cooperativa Sociale Emmaus, già presidente della Caritas Novarese e ideatore del progetto, mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo di Novara, Augusto Ferrari, Assessore alle Politiche sociali, della famiglia e della casa della Regione Piemonte, Alessandro Canelli, Sindaco di Novara, Chiara Boroli, Segretario Generale della Fondazione De Agostini, Maurizio Gardini, Presidente Nazionale di Confcooperative e Santo Versace, Presidente del Gruppo Versace e fondatore di Fondazione Altagamma.

LE ORIGINI  

L’idea della sartoria nasce nel 2014 dall’esperienza di un corso sartoriale base effettuato all’interno dell’ex Villaggio TAV di Novara (Villaggio Emmaus) – ove risiedono temporaneamente numerosi nuclei famigliari in grave disagio sociale – organizzato principalmente per calmierare una situazione sociale complessa.
È partito da qui un percorso che ha visto la Cooperativa Emmaus portare avanti questa progettualità, offrendo lavoro a un numero sempre crescente di persone.
Nel tempo sono stati fatti molti passi avanti per raggiungere obiettivi via via più importanti: acquisto di macchinari, certificazioni di qualità, formazione continua e, con il successo dell’attività sartoriale, si è reso necessario trovare una sede nuova, più grande e adatta ad ospitare un numero maggiore di posti di lavoro.
Obiettivo finale è fare del laboratorio artigianale un polo che offra la possibilità alle aziende del settore di contare su un terzista affidabile e preciso, paritetico a quello “profit”, con il plus di un progetto sociale di formazione e riscatto duraturo.

I NUMERI 

Oggi la sartoria conta dieci dipendenti – con una crescita del 50% in due anni – e svolge lavorazioni sartoriali di eccellenza per marchi quali Versace e Missoni.
Tutti i dipendenti sono stati formati e assunti a tempo indeterminato, a testimonianza della volontà di una forte stabilizzazione da parte della cooperativa.
Per il futuro, i principali obiettivi sono:

  • incrementare il volume delle lavorazioni, per raddoppiare il personale nei prossimi due anni;
  • avviare corsi di formazione dedicati soprattutto ai giovani;
  • organizzare piani e percorsi di riprofessionalizzazione dei disoccupati.

Il nuovo laboratorio “Sartoria È” fa inoltre parte di un distretto cooperativo focalizzato sull’innovazione e sull’inclusione sociale (housing, orto bio e sartoria), nato dalla ristrutturazione e dall’ampliamento della “Casa Divin Redentore” sorta negli anni ’50 per volontà di Rina Musso, benefattrice lungimirante che aveva inteso dedicare agli ex carcerati una casa e un annesso laboratorio ove offrire prima accoglienza e opportunità di lavoro.
I lavori di ristrutturazione stanno trasformando l’intero complesso, con una grande attenzione alla sostenibilità anche ambientale di tutto il sito attraverso cappotti termici, luci led, domotica, geotermia e gestione dello stabilimento secondo le linee guida della certificazione ambientale ISO 14001.

I PROTAGONISTI 

La più grande soddisfazione è vedere questi lavoratori oggi orgogliosi del lavoro che svolgono – spiega Don Dino Campiotti, Presidente della Cooperativa Emmaus -. La nuova sede ci permetterà di avere nuove persone con noi e dunque di offrire lavoro a chi è in difficoltà, avviando nuovi percorsi di formazione professionale. Siamo grati a tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e a chi oggi apprezza la nostra professionalità e la qualità del nostro lavoro affidandoci importanti lavorazioni per le loro aziende. Oggi è solo un altro passo importante per la cooperativa Emmaus che prosegue cosi il suo progetto all’insegna della solidarietà e dell’attenzione al prossimo“.

“È con grande piacere che abbiamo deciso di sostenere fin dall’inizio il progetto della Sartoria, presentatoci da Don Dino e di essere ancor oggi al fianco della Cooperativa Emmaus nell’ampliamento del laboratorio e nell’inaugurazione di una nuova sede – dice Chiara Boroli, Segretario Generale della Fondazione De Agostini -. Da sempre la nostra Fondazione è sensibile ai bisogni e alle necessità del territorio novarese e, in modo particolare, questa iniziativa rispecchia la vocazione della nostra Fondazione a finanziare progetti concreti ed efficaci, che siano in grado di raggiungere l’auto-sostenibilità, anche economica, dopo la fase iniziale di avvio e di creare nuove opportunità di lavoro, coerentemente con lo spirito imprenditoriale che contraddistingue il Gruppo De Agostini”.

“Questa esperienza è l’ennesima dimostrazione di come la cooperazione coniughi l’ingegno per sfidare le difficoltà – afferma Giuseppe Guerini, presidente di Federsolidarietà Confcooperative -. ‘Sartoria È’ rappresenta la capacità di auto-organizzarsi e tradurre un bisogno in una risposta. Un impegno, questo, che non solo riafferma il ruolo che l’art. 45 della Costituzione assegna alla cooperazione, ma consente a pezzi di Paese di intravedere un percorso di futuro e di speranza. Generare sviluppo sul territorio, aiutare chi è in difficoltà senza lasciare nessuno indietro, rendendo le persone protagoniste di nuovi percorsi, è questo lo spirito imprenditoriale delle cooperative, dove davvero 1+1 fa 3 come ha detto Papa Francesco incontrando 7.000 cooperatori di Confcooperative”.
 

COOPERATIVA EMMAUS
La Cooperativa Sociale Emmaus opera da vent’anni sul mercato nazionale.
Oggi è la più importante Cooperativa Sociale di reinserimento lavorativo di Novara. È aderente a Confcooperative Federsolidarietà.
Nata nel 1994 per volontà di Don Dino Campiotti, con lo scopo di reinserire nella società persone con svantaggio sociale tramite il lavoro, si è nel tempo ampliata e specializzata in alcune attività come lavorazioni meccaniche conto terzi, servizi di pulizia e sanificazione, prima assistenza.
All’obiettivo primario di reinserimento sociale, viene oggi affiancata una forza lavoro professionalizzata che, grazie ad una politica di fidelizzazione, dinamismo e crescita, è in grado di soddisfare pienamente le molteplici richieste che il mercato pubblico e privato esige.

FONDAZIONE DE AGOSTINI
La Fondazione De Agostini nasce nel 2007 a Novara, per volontà delle famiglie Boroli e Drago, azioniste del Gruppo De Agostini. Fortemente radicata sul territorio, dove il Gruppo De Agostini è presente dal 1908, la Fondazione è principalmente impegnata in ambito sociale, con l’obiettivo di rispondere ai bisogni delle categorie più deboli, ma anche nella formazione e nella ricerca medico-scientifica. La Fondazione ha attivato una rete di relazioni e collaborazioni con Enti, Fondazioni e Istituzioni che condividono gli stessi obiettivi e le stesse finalità e, insieme a loro, si impegna a dare vita e a sostenere progetti sia in Italia sia in ambito internazionale. Nel 2017 la Fondazione De Agostini ha festeggiato dieci anni di attività, durante i quali ha sostenuto oltre 100 interventi per un importo complessivo di oltre 12 milioni di Euro erogati, di cui circa 7 milioni sul territorio novarese.
www.fondazionedeagostini.it

FEDERSOLIDARIETA’ CONFCOOPERATIVE
Federsolidarietà Confcooperative riunisce le cooperative e le imprese sociali attive negli ambiti dei servizi socio sanitari ed educativi e dell’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati (35.000 persone).
Le cooperative e le imprese aderenti sono 6.300, con 221.500 soci e danno lavoro a oltre 227mila persone. Il fatturato aggregato è di 6,7 miliardi di Euro.
 

Per informazioni:
Cooperativa Sociale Emmaus – Sartoria È
Andrea Masante
+ 39 331 1546358 – 0321 461530 – andrea.masante@coop-emmaus.com
Irene Bongiovanni
+39 334 6019174 – bongiovanni@dstile.it

Fondazione De Agostini
Elena Dalle Rive | Capo Ufficio Stampa | De Agostini S.p.A.
+39 02 62499592 | M. +39 335 7835912 | elena.dallerive@deagostini.it
Pasquale Martinelli |+39 02 62499587 | M. +39 335 5725067 | pasquale.martinelli@deagostini.it
Lucio Gilberti | +39 02 62499593 | lucio.gilberti@deagostini.it

Confcooperative Nazionale
Giancarmine Vicinanza – Responsabile Ufficio Stampa
+39 333 4514199 – vicinanza.g@confcooperative.it  

Confcooperative Piemonte
Lidia Cassetta – Responsabile Comunicazione
+39 335 1362147 – cassetta.l@confcooperative.it

Scarica il file (PDF)