Inclusione Sociale
Progetto aperto

AGRIValore

Formare e inserire nel mondo del lavoro agricolo persone svantaggiate e fragili

Agrivis è una cooperativa sociale di tipo B, cioè finalizzata all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e fragili, in un contesto di agricoltura sociale e biologica. Attraverso un’attività produttiva concreta e in grado di confrontarsi col mercato di riferimento, produce, distribuisce e vende ortaggi, piccoli frutti e cereali (cosiddetti “grani antichi”, cioè modificati minimamente dalla selezione operata dall’uomo nel corso del tempo). Fondata dall’associazione L’impronta e dalla Cooperativa Sociale ViaLibera, Agrivis è stata sostenuta nel 2016 dalla Fondazione De Agostini nella fase di start up insieme al progetto Ri.Abi.La.

Situata all’interno del Parco Agricolo Sud di Milano, su un terreno di proprietà di 3,5 ettari, tra il 2016 e il 2018 la Cooperativa ha avviato la fase pilota con l’assunzione di tre lavoratori impiegati nella coltura dei campi e nella distribuzione dei prodotti derivati.

Con AGRIValore, Agrivis – insieme ai partner – intende sviluppare un progetto che sia rappresentativo di un ecosistema ad ampio spettro, in grado di valorizzare le risorse e gli attori coinvolti, che sia strutturato e integrato nel territorio, funzionale ed economicamente sostenibile.

Il progetto prevede di raggiungere risultati concreti in relazione a specifici obiettivi, il primo dei quali è la realizzazione di una struttura in campo – di circa 630 m² progettata in tre corpi distinti ma contigui – allestita con impianti e attrezzature che ospiti un’area produttiva (spazi di lavorazione e trasformazione del prodotto, magazzino e stoccaggio, spogliatoi e servizi igienici del personale), il ricovero di mezzi e attrezzature agricole, e un’area abitativa e formativa (abitazione custode, residenzialità sociale temporanea, spazi adibiti e funzionali alla formazione teorica e pratica).

AgriValore garantisce otto inserimenti lavorativi, diretti e stabili, di persone con disabilità, con trascorsi difficili (dipendenze, carcere), migranti e rifugiati.

Il progetto, inoltre, prevede l’attivazione di tirocini lavorativi per persone fragili, percorsi di alternanza scuola-lavoro e attività didattico-educative per le scuole primarie del territorio.

Il sistema di produzione agricola sarà caratterizzato dalla sostenibilità ambientale, etica ed economica, con una produzione agricola virtuosa e lo sviluppo di una filiera “circolare”.

Un’attenzione particolare è rivolta alla tutela del territorio: far rivivere le campagne alle porte di Milano comporta, come immediata conseguenza, il presidio dei luoghi dal degrado, sia esso di natura ambientale o sociale.

Il progetto AgriValore intende anche sviluppare collaborazioni e partnership con aziende agricole tradizionali del territorio, con l’offerta di servizi di lavorazione dei prodotti, e accordi commerciali che garantiscano maggiori volumi di produzione, per soddisfare clienti di dimensioni anche significative.

Il piano di sviluppo può consentire così ad Agrivis la scalabilità del progetto ampliando i volumi gestiti, e di caratterizzarsi come una realtà di media grandezza.

Il contributo della Fondazione De Agostini copre i costi di allestimento e attrezzature dell’area di lavorazione, di allestimento e arredi dell’area abitativa e di quella didattica, la formazione da parte dell’agronomo nella fase di sviluppo e le attività di tutoraggio e monitoraggio delle persone fragili coinvolte nel progetto.

Gallery

Contenuti Correlati

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.