Educazione/Formazione
Inclusione Sociale
Progetto concluso

Casa della solidarietà Regina Pacis

Un duplice progetto a sostegno delle famiglie in difficoltà e un intervento significativo per la città di Novara

La Caritas è l’organismo pastorale della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) per la promozione della carità, istituita nel 1971 per volere di Papa Paolo VI. Attraverso le Caritas diocesane impegnate sul territorio promuove la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana – in forme adeguate ai tempi e ai bisogni – per lo sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica.

Il progetto Casa della solidarietà Regina Pacis, finanziato in partnership dalla Fondazione De Agostini e dalla Fondazione Cariplo, prevede la creazione di una casa di prima accoglienza per donne e mamme con bambini in difficoltà, italiane e straniere, e la realizzazione di un asilo nido per bambini di famiglie con difficoltà di diversa natura o di mamme sole costrette a optare tra il lavoro e la custodia dei figli.

Per realizzare del progetto dovrà essere ristrutturato uno stabile di proprietà della Diocesi di Novara e destinato alla Caritas Diocesana.

Lo stabile, sito in via Gnifetti a Novara, è stato costruito nel 1914. Dal primo dopoguerra al 1958 è stata “Villa delle Rose”, casa di tolleranza di lusso; in seguito alla legge Merlin è stato donato alla Diocesi di Novara che, come “Casa Regina Pacis”, lo ha utilizzo per l’accoglienza di ragazze madri in difficoltà, attiva sino a pochi anni fa.

Il progetto di ristrutturazione del fabbricato, di circa 800 m², prevede al piano terra la realizzazione dell’asilo nido e dell’alloggio del custode, mentre la casa di accoglienza si svilupperà sui due piani soprastanti.

La Casa della solidarietà Regina Pacis accoglierà due iniziative già esistenti e gestite dalla Caritas di Novara in altre sedi: l’asilo nido di via Pier Lombardo e “Casa Angela”, struttura di accoglienza per donne sole e mamme con bambini.

La nuova sede offrirà una maggiore ricettività: l’asilo nido potrà accogliere ventiquattro bambini, mentre la nuova casa per donne sole o mamme con bambini disporrà di venti posti letto.

A supporto delle figure professionali che saranno impegnate nei due servizi, ci sarà – in linea con quanto già in essere – un forte impegno da parte dei volontari della Caritas.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.