Disabili: dalla frammentazione al welfare di comunità

Novara, 23 marzo 2009I risultati del progetto di ricerca della Provincia di Novara con ACSV e Fondazione De Agostini saranno presentati in un convegno a Novara sabato 28 marzo ’09

Che dimensione ha in provincia di Novara il problema della disabilità? Quali sono i servizi che il sistema degli enti pubblici e il privato sociale hanno attivato per rispondere alle esigenze delle persone disabili e delle loro famiglie? Quali prospettive possono avere questi servizi?
A partire da queste ed altre domande e dalla consapevolezza della necessità di mettere mano ad un progetto concreto di “nuovo welfare” che risponda meglio alle esigenze attuali, l’assessorato alle politiche sociali della Provincia di Novara ha avviato un progetto di ricerca all’interno della sperimentazione dell’Osservatorio delle politiche sociali, alla luce della dichiarazione di intenti tra Provincia di Novara e Associazione Centro Servizi per il Volontariato, finalizzata a promuovere iniziative che vedano coinvolti i diversi attori del sistema di welfare, in conformità con il principio costituzionale di sussidiarietà orizzontale.
Il progetto di ricerca, intitolato “A più voci” è sostenuto dalla Fondazione De Agostini da sempre vicina alle organizzazioni e alle associazioni che operano sul territorio novarese e disponibile a sperimentare come partner della Provincia, nuovi approcci alle tematiche emergenti.
Si è così evidenziato l’interesse dell’Assessorato alle politiche sociali e degli amministratori locali ad aprire un confronto sullo stato dell’arte delle politiche a favore dei cittadini disabili e delle loro famiglie, dando la possibilità alla Provincia, nell’ambito della proprie competenze in materia di Osservatorio delle politiche sociali, di ricostruire lo scenario dei servizi pubblici rivolti alla disabilità, dall’altra l’impegno dell’ A.CSV nel dare maggiore protagonismo alle associazioni di volontariato, aiutandole nella lettura delle loro dinamiche evolutive e dei loro rapporti con le istituzioni.
La ricerca ha consentito di accertare che il sistema dei servizi e degli interventi legati alla disabilità sul territorio provinciale è contraddistinto ad oggi da un’elevata frammentazione e dispersione di attori, interventi, fonti di finanziamento, saperi e approcci. Una frammentazione da superare per dare maggiore efficacia alla rete dei servizi offerti.
Gli elementi raccolti dallo studio, condotto da Laura Lazzarotto e Nadia Trabucchi, ricercatrici dell’IRS di Milano, ma anche – e soprattutto – le possibili nuove strade su cui avviare la costruzione di un “welfare di comunità”, saranno oggetto del convegno Disabilità, associazionismo e welfare di comunità: lo strumento dell’osservatorio, che si terrà sabato 28 marzo 2009, dalle ore 9.00, presso l’aula magna della Facoltà di Economia dell’Università “Avogadro”, in via Perrone a Novara. Con le due ricercatrici interverranno l’assessore provinciale alle politiche sociali Massimo Tosi, il presidente di CSV.net Marco Granelli, e Alessandro Battistella, consulente dell’IRS. Durante il convegno sarà dato ampio spazio alla condivisione di problematiche ed obiettivi delle numerose associazioni di volontariato che operano nel settore e che, nei progetti della Provincia di Novara, dovranno essere i partner principali dell’ente pubblico nella costruzione di un rinnovato sistema di protezione sociale per i soggetti svantaggiati.

__________________________

Per informazioni:

Ufficio Stampa Provincia di Novara
Ettore Colli Vignarelli
Tel 0321 378234
Cell 335 7070857

Fondazione De Agostini
Elena Dalle Rive
Tel 02 62499592
Cell 335 7835912

Scarica il file (formato PDF)

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.