L’inaugurazione della nuova area di degenza intensiva dell’Ospedale “Maggiore della Carità” di Novara realizzata grazie alla Fondazione De Agostini

Il 2 settembre, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara, si è tenuta la presentazione della nuova area permanente di degenza intensiva intitolata alla Fondazione De Agostini e realizzata grazie alla donazione di 500 mila Euro con cui la Fondazione ha voluto dare un segnale importante nel periodo della grave emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da COVID-19.

La nuova struttura consente all’AOU di Novara di potenziare i servizi sanitari e le prestazioni ad elevata intensità di cura in modo da essere pronta ad affrontare eventuali situazioni di emergenza epidemica, garantendo nel contempo assistenza adeguata a tutti i malati del Pronto Soccorso. La nuova area, già in funzione, realizzata nei locali adiacenti alla Struttura di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, è stata pensata come una struttura flessibile, adattabile alle esigenze che di volta in volta si verranno a presentare.

All’inaugurazione erano presenti Alessandro Canelli, Sindaco di Novara, Roberto Drago, Presidente Fondazione De Agostini, Chiara Boroli, Segretario Generale della Fondazione, Mario Minola, Direttore Generale AOU “Maggiore della Carità” di Novara, Luigi Genesio Icardi, Assessore alla Sanità Regione Piemonte, Matteo Marnati, Assessore Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e rapporti con Atenei Regione Piemonte e Gian Carlo Avanzi, Rettore UPO Università del Piemonte Orientale.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, e i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.